Casa del Vento

Borgo Casa al Vento è una casa relativamente giovane nel Chianti Classico, almeno rispetto alle sue vicine, un certo numero delle quali produce vino in bottiglia da oltre un secolo e mezzo, fatto alquanto insolito nell’Italia del 19° secolo, dove l’urbanizzazione e una classe media agiata – normalmente le due condizioni indispensabili per la crescita di una cultura dell’apprezzamento del vino – erano tutt’altro che diffuse. Ma Giuseppe e Ria Gioffreda sono davvero parte del loro tempo, e la piccola azienda che hanno creato è una proprietà modello per ciò che riguarda la produzione e gli impianti e i servizi che offre.

Le opzioni offerte ai visitatori, in realtà, sono davvero molte. Stanze spaziose e ben curate sono disponibili per coloro che desiderino dormire nella proprietà e, oltre ai viaggi verso centri d’arte come Siena e Firenze, gli ospiti possono divertirsi con il nuoto (sono disponibili una piscina e un lago artificiale), il tiro coll’arco, il badminton, il tennis, escursioni, mountain bike ed equitazione. Un ristorante nella struttura serve i classici piatti della campagna toscana, e un centro benessere offre massaggi (anche all’olio di oliva) e bagni al gusto di vino e cioccolata, una sauna e una stanza fredda. Un’attività di servizio completo, in altre parole, che propone un approccio innovativo per la conoscenza e l’apprezzamento del territorio. Ma anche il vino di classe e personalità è una parte centrale del quadro. Il rispetto per il territorio è un principio operativo essenziale, e di conseguenza, la viticoltura è completamente organica. Il Sangiovese riceve l’impegno più importante rispetto alla gamma dei vini proposti (benché Gaiolè sia certamente un blend ben fatto di Sangiovese e Merlot) e la famiglia Gioffreda crede fermamente nel nome della denominazione in cui lavora: è riportato sia su Aria, il vino d’annata, che su Foho (un nome che porta alla mente il poeta Cecco Angiolieri del 13° secolo: “se fossi foco arderei il mondo”), la versione eccellente di un Chianti Classico Riserva. Un bianco a base Chardonnay completa la linea.