Casteani

Una volta l’attività mineraria era un fattore fondamentale nella Maremma toscana, e non è cosa sorprendente, dato che l’area è rivolta direttamente ad ovest in linea con le ben note “Colline Metallifere”. La catena si estende in un certo numero di province della regione e termina, all’estremità meridionale, nella parte nordorientale della provincia di Grosseto. Nella cittadina di Gavorrano a nord di Grosseto, in una località conosciuta come Casteani, una società mineraria scoprì, verso la fine del 19° secolo, una ricca vena di carbone e lignite, che fu lavorata, con successo e profitto, fino alla fine degli anni ‘70.
Read more

Maremmalta

Stefano Rizzi è allo stesso tempo uomo di mondo e uomo dalle tante attività, tutte di assoluto massimo successo. La prima, iniziata quando era ancora giovane, fu quella di rappresentante per molti produttori di primo piano di Roma, dei quali riuscì a collocare i vini in tanti dei ristoranti ed enoteche di maggior prestigio. Pur nota come Caput Mundi, capo del mondo, Roma, a un certo punto, diventò un posto alquanto angusto per questo giovane, che cominciò a cercare orizzonti più vasti. L’America fu una scelta ovvia, e Rizzi, infatti, emigrò a New York, dove era stato assunto da uno dei maggiori e più rinomati importatori del vino italiano superiore.
Read more

Pierotta

Gran parte del dibattito sulla Maremma toscana si è focalizzato sui tanti progetti importanti nati e sviluppati in questo territorio caldo e assolato, una volta popolato da butteri e relative mandrie, ora sito di una viticoltura estesa e ambiziosa. Uguale importanza è stata data agli investimenti esterni, la grande quantità di capitale impiegato per creare spesso aziende spettacolari fornite di molti ettari e abbellite da impressionanti cantine progettate da famosi architetti. Vi è un’altra parte del quadro, tuttavia, che merita proprio una certa attenzione. Questa è rappresentata da case di piccola e media grandezza, inizialmente dal carattere semplice ed essenziale ma poi segnate da un significativo percorso di crescita ed espansione, via via che la qualità dell’area e dei relativi vini cominciava ad affermarsi.
Read more

Roccapesta

Roccapesta è diventata una cantina di riferimento nella denominazione del Morellino di Scansano e, per una felice coincidenza, la tenuta è situata nello stesso comprensorio di Scansano, ad altitudini ideali – dai 180 ai 350 metri sul livello del mare – su pendii rivolti ad est, a sudest e a sud, esposizioni opportunamente calde per una viticoltura di qualità. Il terreno è una mistura di suolo vulcanico (dal vicino Monte Amiata) e sedimentario (dal Mar Tirreno, lontano solo una breve distanza), che offre complessità e, nella sua tessitura rocciosa, garantisce un ottimo drenaggio.Un posto predestinato per vini interessanti e caratterizzati, ma la differenza in qualità, in questo caso, dipende dai proprietari e dalla squadra che hanno messo insieme.
Read more

Vignaioli Morellino di Scansano

La Maremma toscana, una volta poco più che una palude infestata da malaria, è diventata, negli ultimi due decenni, una parte rilevante della viticoltura della regione. Ciò è parzialmente dovuto all’importante successo del vino toscano sui principali mercati nello stesso periodo di tempo. All’incremento della domanda, ebbe inizio una ricerca di nuova terra viticola e furono istituite le denominazioni classiche della Toscana centrale (Chianti Classico, Montepulciano, Montalcino); i posti interessanti per nuovi vigneti erano molto pochi e alquanto distanti fra di loro.
Read more