Castello di Gabbiano

Il Castello di Gabbiano – un’azienda le cui origini risalgono addirittura all’12° secolo d.C. e che, nel tardo Medio Evo, apparteneva ai Bardi, banchieri dei sovrani di Inghilterra, nonché una delle famiglie più ricche e potenti di Firenze – è uno dei castelli più imponenti e meglio conservati dell’intera area fra Firenze e Siena. Produttore di vino di qualità sin dalla metà degli anni ‘80, quando apparteneva a un imprenditore Italiano, è ora di proprietà di uno dei più grandi e prestigiosi gruppi vitivinicoli Mondiali - l’ Australiano Treasury Wine Estatesmolto stimato e forza di primo piano su ogni ragguardevole mercato estero.
Read more

Castelvecchio

San Casciano Val di Pesa, una quindicina di minuti di macchina da Firenze, è un paese con doppia personalità. La parte orientale del suo territorio, quella che si trova di fronte alla valle del fiume Greve, si situa entro i confini della denominazione del Chianti Classico, mentre la parte occidentale è rivolta verso la valle del fiume Pesa nel Chianti Colli Fiorentini. Sarebbe facile pensare che i pendii collinari che seguono il corso del fiume Greve siano fonte di vini di qualche potenza e intensità ma, in realtà, non è questo il caso: qui il Chianti è un vino normalmente morbido e fragrante, del tipo in grado, senza dubbio, di durare un certo numero di anni ma più di raffinatezza e fragranza che di carnosità.
Read more

Le Corti

San Casciano Val di Pesa ne ha fatta di strada dagli anni ‘70 e ‘80 quando era considerato fondamentalmente comprensorio dallo stile di vino Chianti Classico leggero, di facile beva, adatto, nella grande maggioranza dei casi, a piatti semplici – un piatto di spaghetti o il tradizionale spuntino italiano di pane e salame – e certamente non un vino da chiudere in cantina ad affinare per un certo periodo di tempo. Uno dei produttori che ha indubbiamente fatto di più per cambiare questa opinione distorta – e ampiamente imprecisa – è stato Villa Le Corti dei principi Corsini, una nobile famiglia con uno splendido palazzo barocco proprio al centro di Firenze e una collezione d’arte che farebbe invidia a più di un Mecenate.
Read more

Solatione

Basta il nome per indicare la splendida posizione di questa azienda: Solatione perché l’esposizione a solatìo di questi terreni collinari nei pressi di San Casciano Val di Pesa sono quanto di meglio si possa desiderare per costruirci un vigneto. Lo pensò anche Renato Giachi, grande appassionato di vini, quando nel 1970, all’inizio della “riscoperta” del Chianti, acquistò questa proprietà. Dopo un lungo lavoro sul terreno, pieno di grandi massi, per rompere i quali fu addirittura usata la dinamite, nel 1972 furono piantate le prime barbatelle di Sangiovese, Canaiolo, Colorino, Malvasia e Trebbiano. Tuttavia, per vent’anni, fino al 1992, il vino di Solatione, come nel caso di molti altri viticoltori, veniva venduto sfuso ai grandi commercianti della zona, finché in famiglia non fu deciso di iniziare una commercializzazione autonoma.
Read more