Sample Sidebar Module

This is a sample module published to the sidebar_top position, using the -sidebar module class suffix. There is also a sidebar_bottom position below the menu.

Sample Sidebar Module

This is a sample module published to the sidebar_bottom position, using the -sidebar module class suffix. There is also a sidebar_top position below the search.
Notizie

Search Our Site

+39 055 2286370
  • English (UK)
Venerdì, 05 Aprile 2019 16:56

Via della Seta passando da Vinitaly 2019 - Accordo Italia Cina

Via della Seta passando da Vinitaly 2019 - Accordo Italia Cina
   
|| || ||

La Via della Seta è un filo ideale, un accordo tra Italia e Cina, che da Pechino attraversa l'Asia e l'Europa e arriva fino a Roma, tingendosi di rosso, il colore del vino, simbolo attraverso il quale si può narrare l’Italia nel mondo, e Vinitaly 2019 sarà l’entrata principale da cui partire.


Alla vigilia di Vinitaly 2019, la partnership fra Cina e Italia, avviata a Roma durante la visita del Presidente cinese Xi Jinping, per la promozione del vino Made in Italy inizia a dare i primi sentori. Di fatto sia per Coldiretti, che per Verona, patria di Vinitaly, la fiera per il settore del vino più importante d'Italia, ci sono importati novità.

Accordo tra Coldiretti e la provincia di Guizhou


Da un’analisi di Coldiretti su dati Istat energe che l’esportazioni di vino Made in Italy in Cina negli ultimi dieci anni, sono cresciute del 548%. Un segnale eccezionale di un crescente apprezzamento dei prodotti italiani da parte del gigante asiatico.


Punto panoramico nella città di Xingyi, provincia di Guizhou.

Tra Coldiretti e le autorità della popolosa provincia di Guizhou, una provincia che conta 40 milioni di abitanti, è stato firmato un accordo che è scaturito nell’ambito della moderna “Via della Seta”, la partnership fra Cina e Italia avviata a Roma durante la visita del presidente cinese Xi Jinping. L’intesa riguarda la promozione del Made in Italy nell’ambito dell’expo internazionale sulle bevande alcoliche che si svolge a settembre nel Guizhou, con l’impegno a una collaborazione bilaterale legata al vino e ai liquori.




Il Vice governatore della provincia di Guizhou, Lu Yongzheng ha spiegato che: “La Cina rappresenta un mercato di grande potenzialità per il settore agroalimentare e i prodotti e la qualità italiane hanno importanti possibilità di sviluppo. Costruiamo insieme al nuova Via della Seta”. Ad ascoltarlo era presente una rappresentanza di imprese vitivinicole arrivate da ogni parte d’Italia: dalla Lombardia alla Sicilia, dalla Campania alla Puglia, dalla Toscana all’Umbria, dal Veneto al Piemonte, dalle Marche all’Abruzzo.

Gemellaggio tra Verona e la città di Hangzhou



Punto panoramico nella città di Hangzhou.

Ma anche Verona ha una Via della Seta diretta per la Cina, con l’avvenuto scambio dell'atto ufficiale del gemellaggio tra Verona e Hangzhou, capoluogo della provincia cinese di Zhejiang. Gemellaggio che ha lo scopo di valorizzare i rispettivi siti Unesco, oltre al contesto di accordi commerciali e di nuove relazioni. I firmatari dell'accordo bilaterale sono stati il sindaco Federico Sboarina e il vicesindaco di Hangzhou Miao Chengchao a Villa Madama, sotto gli occhi del premier Giuseppe Conte e del Presidente cinese Xi Jinping. Un’intesa che ha segnato l'avvio dei rapporti fra le due città.



La dichiarazione del Sindaco di Verona è stata molto sentita: “Siamo gli eredi di Marco Polo e faremo di tutto perché la moderna Via della Seta possa dare i tanti frutti del passato […]. Da oggi siamo ufficialmente legati a Hangzhou, città dalle caratteristiche simili alla nostra. […]. Stiamo portando Verona in una dimensione sempre più internazionale, il gemellaggio benedetto dal presidente cinese in persona ne è la dimostrazione. […]. Sono stati molti gli incontri ufficiali a Roma sia con esponenti del nostro governo sia con rappresentanti cinesi, abbiamo già avviato il lavoro concreto. Ci sono enormi opportunità da cogliere per tutti”.

Gli accordi Italia - Cina




Sono 10 gli accordi commerciali e 19 intergovernativi, siglati per questa partnership fra Cina e Italia, alla presenza di rappresentanti dei governi cinese e italiano con tutti i ministri interessati:

Per lo Sviluppo economico Luigi Di Maio

Per l’Economia Giovanni Tria

Per le Politiche agricole Gian Marco Centinaio

Per la Cultura Alberto Bonisoli

Dai porti all’energia, fino alla promozione dello stile di vita italiano a Pechino: il pacchetto comprende vari settori come il fisco, la salute, l’innovazione, la cultura e l’agricoltura.

Ed è sul settore agricoltura che entra in campo il settore del Vino per i nuovi mercati, con l’attenzione rivolta proprio ai nuovi trend del mondo del vino, dalla produzione ai consumi, con una particolare attenzione all’internazionalizzazione e alla sostenibilità, ma anche curiosità con la presentazione di indagini, ricerche e azioni che la Coldiretti in primis, e tutte le aziende dei diversi settori coinvolti, vorranno mettere a frutto.




La promozione del vino italiano in Cina passerà da Vinitaly 2019. Si prospetta dunque un’edizione davvero importante per i nuovi mercati asiatici da conquistare e la Colidiretti, come si diceva, organizzerà incontri e tavole rotonde nella nuova Casa Coldiretti in programma domenica 7 aprile alle ore 9.30, di fronte all’ingresso principale della struttura fieristica - Ingresso Cangrande, alla presenza del Presidente nazionale Ettore Prandini. Un importante occasione a cui partecipare e dove si potranno approfondire tutti i vari aspetti di questa nuova opportunità che si presenta.

I Numeri del Vino


Si parla di un giro d'affari potenziale di 20 miliardi di euro per il settore vino, non è un caso forse che tra gli omaggi del presidente Sergio Mattarella alla delegazione Cinese, insieme ad un cesto d'argento e ad un volume del Quirinale, ci fossero tre bottiglie di vino, di Brunello di Montalcino, secondo rumors WineNews, per la precisione, si tratterebbe di "Luce" di Frescobaldi, una delle eccellenze che meglio rappresentano il genio e la qualità italiana nel mondo.

Il Vino come fil rouge di una, si spera, nuova Via del Vino.

Scopri l'articolo sulle: Novità a Vinitaly 2019

E l'articolo dedicato alle aziende e agli eventi nella: Guida aggiornata in tempo reale di Vinitaly 2019
logo